g-audio magno! una g-alleria di immagini e parole

mercoledì 6 giugno 2012

eTre




è arrivato a casa il mio terzo libro greco
(uscito per Patakis Publishers)

il titolo è "Te lo prometto" (ecco il link)
l'autrice del testo è la stessa degli altri due
Alexandra Mitsiali
(di cui non inserisco un link per paura di sbagliare persona
a causa dell'alfabeto greco che, a prescindere dai tre libri illustrati,
non mi è per nulla familiare :-D)

il mio nome in copertina è sempre tradotto
perciò risulta come al solito "papaella toàtoi"

l'ho trovato bello come gli altri: bella stampa,
bella impaginazione,
come sempre un prodotto ben curato,
a dispetto della crisi che investe il Paese :-)

l'ho scoperto nella posta venerdì scorso,
un segno del cielo...
proprio quel giorno, pochi minuti dopo,
ho avuto qualche news riguardo al mio "altro lavoro",
quello che in questi mesi, ormai anni direi,
ha preso il sopravvento per motivi fisiologici,
e le news non erano positive.
per questo mi viene da pensare: un segno del cielo?

un segno di scelte passate operate per validi motivi
(allora) che ora che i tempi sono maturati e la
vita alquanto cambiata (evoluta?) risultano poco lungimiranti

al bivio mi ci sono trovata spesso in passato,
al trivio a volte, e ho scelto seguendo il cuore
e il sogno, senza poi avere il coraggio di
portarlo fino in fondo, quel sogno,
o forse non ne ho davvero i mezzi?
la domanda di una vita.
ora pago le conseguenze di quella frammentazione passata,
di troppi ruoli e poca determinazione.

ma non è questa la sede per le crisi esistenziali.

solo una nota: questo è il libro mio e della mia bambina.
era un fagiolo nella pancia quando schizzavo le matite,
era un meloncino sotto il mio maglione quando stendevo i colori sulle tele,
e un esserino famelico e urlante quando terminavo le ultime tavole.
il titolo è risultato profetico: "te lo prometto"
tante sono le promesse che ho già fatto e tante quelle che le faremo,
a partire dalla prima, quando le abbiamo promesso la vita,
in quell'estate con le lacrime in tasca.

mi rendo conto che
fin troppe emozioni, a volte,
accompagnano un libro. che sia letto o realizzato.





5 commenti:

  1. BRAVAAAAA!!
    Anzi, BRAVEEEEE!!!

    RispondiElimina
  2. un vero lavoro a 4 mani (ah ah ah)

    RispondiElimina
  3. Ciao papaella!
    che bello il tuo terzo libro! e che emozione, quando Alice sarà più grande potrai farglielo vedere dicendole che l'avete fatto insieme : )
    questo post mi ha fatto venire la pelle d'oca...
    un bacione!

    RispondiElimina

g-razie!